Al momento stai visualizzando La Moglie del Cuckold: Consigli Per Vivere la Pratica con Serenità e Senza Rimpianti

Secondo il libro “Un miliardo di cattivi pensieri – A billion wicked thoughts”, scritto nel 2012 da due neuroscienziati, Ogi Ogas e Sai Gaddam, il cuckold sarebbe il secondo argomento più cercato all’interno dei motori di ricerca.

Solo andando a digitare questo termine su Google, i risultati sarebbero oltre 570 milioni, segno che questa pratica erotica sta prendendo sempre più piede, e che un numero crescente di persone intende comprenderne meglio regole e dinamiche, al fine di farla propria.

Secondo le statistiche, ad interessarsi maggiormente del cuckolding sono gli uomini, che cercano di realizzare la fantasia di essere traditi dalla propria donna e di assistere a tutte le fasi dell’infedeltà, dalla conoscenza dell’altro uomo fino all’accoppiamento vero e proprio, al quale spesso assistono, traendone piacere.

L’uomo cuckold si avvicina a questa pratica al fine di esorcizzare la paura del tradimento ma, nel contempo, anela le sensazioni che scaturiscono dal sapere la propria donna tra le braccia di un altro. L’umiliazione del tradimento viene compensata poi dalla scintilla che riaccende la vita intima della coppia, e che cementa ulteriormente l’unione, stimolata dall’introduzione di sentimenti come la gelosia e la competizione nei confronti del “terzo incomodo”.

Una situazione apparentemente perfetta per gli uomini, ma c’è una variabile chiave da considerare: le donne. Esiste la donna cuckold?  Qual’è il ruolo femminile nella coppia cuckold? Facciamo chiarezza.

Cosa fa la donna cuckold

Nonostante quella del cuckolding sia una pratica appannaggio quasi esclusivo degli uomini, in realtà nella coppia cuclokd il ruolo della donna è predominante. La parte femminile, infatti, riveste due importanti funzioni, entrambe di estremo controllo rispetto a quelle degli altri due partner coinvolti.

Nel caso in cui la donna assuma il ruolo di sweet, e consumi fisicamente l’atto con il bull che entrambi hanno scelto, ella ha pieni poteri su quelle che sono le emozioni del partner, e di fatto le governa. E’ lei a stabilire in che misura il compagno possa o meno provare piacere, e stabilisce il grado di umiliazione che intende fargli subire, permettendogli dunque di assistere o meno agli incontri con il bull, o proibendogli di guardare e dandogli invece il permesso di ascoltare solamente.

Se invece è la donna a scegliere di essere tradita dal compagno, allora non è più una semplice sweet ma diventa cuckqueen, e sceglie quali sono le modalità del tradimento, assiste di persona all’accoppiamento tra il compagno e l’amante, la cuckcake, e sceglie anche con chi egli debba consumare l’amplesso. Ma cosa succede se la partner non è consapevole di quelle che sono le fantasie dell’altro?.

Quando la moglie deve essere “convinta”

Abbiamo già affrontato nei precedenti articoli quello che è il tema dell’amore nella coppia cuckold: per poter iniziare a introdurre questa pratica erotica all’interno della propria routine, alla base devono esserci, necessariamente, amore, complicità, grande intesa e sentimenti estremamente solidi.

Lasciarsi andare al “tradimento consapevole”, infatti, rischia di minare il rapporto e portare alla rottura. Su molti forum dedicati alla coppia cuckold e alla sessualità in generale, la maggior parte degli uomini presenti pone sempre una sola, semplice domanda: “come faccio a convincere mia moglie?”.

Le donne, infatti, secondo quello che si legge nei gruppi di discussione di questo tipo, sarebbero abbastanza restie a lasciarsi andare al tradimento consapevole, e quando sono poi loro a chiedere consigli, lamentano una certa insistenza da parte dei mariti, che tentano da anni di spingerle verso la condivisione di questa fantasia. In realtà non è assolutamente necessario “convincere” la partner, e le ragioni sono semplici.

Sesso o amore, l’eterno conflitto

Abbiamo parlato delle modalità con cui la coppia cuck sceglie il bull e nel dettalgio su come funziona il cuckold attraverso i siti specializzati, ma spesso le donne non gradiscono questo modo di fare così immediato e sbrigativo, e scelgono di abbandonare l’idea di lasciarsi andare proprio perchè ritengono oltremodo “degradante” l’idea di selezionare un uomo con cui avere un rapporto nello stesso modo in cui si sceglierebbe un panino al fast food, osservandone semplicemente aspetto e “caratteristriche”.

Molti aspiranti cuckold, infatti, nei forum dedicati parlano delle loro compagneesigenti”, che chiedono di trovare un altro uomo in maniera del tutto casuale e naturale, e addirittura aspirano ad essere corteggiate, e a frequentare l’altra persona, in modo che la conoscenza e la condivisione spingano al desiderio di accoppiamento. Come abbiamo visto, però, il cuckolding è tutt’altro, e i bull che si rendono disponibili sulle chat cuckold , non hanno nè tempo nè voglia di frequentare qualcuno a lungo termine, in attesa che poi “avvenga la magia”. 

Non mi ami più

Addirittura molti aspiranti cuckold, parlano delle reazioni delle compagne le quali, come prima cosa, pensano che il proprio uomo abbia smesso di amarle, e a nulla valgono le rassicurazioni in merito alla solidità della coppia e alla presenza del sentimento nel rapporto: per le donne, quando il marito o il compagno vuole sperimentare come ci si sente ad essere cornuto, allora vuol dire che l’amore non c’è e che la storia è in crisi.

In realtà non è così, si tratta semplicemente di una fantasia come tante, che però ha alla base il vantaggio di esser condivisa in pieno, in tutti i suoi aspetti. E il portarla a compimento insieme, in realtà, aggiunge tutta una serie di benefici alla coppia e cementa l’unione. 

Consigli utili

Quello che consigliamo a chi intendere esporre alla compagna quelle che sono le sue fantasie, è di essere molto cauto, dolce e paziente con la propria donna, e di iniziare a parlarne con grande delicatezza, accennando prima a quelli che sono i propri desideri, senza arrivare immediatamente alla “proposta” vera e propria, cioè quella di introdurre “il terzo incomodo” nel rapporto.

E’ sempre meglio, dunque, coinvolgere la partner nella propria fantasia e farle capire quando questa possa rimanere ai margini della coppia, senza permettere in alcun modo che il rapporto venga minato o che vengano meno sentimenti, rispetto, condivisione e complicità.

Sono queste, infatti, le basi della coppia cuck: è necessario dunque analizzare davvero bene quello che è “lo stato di salute” della propria storia d’amore, perchè si rischia di insinuare nell’altro dubbi e insicurezze, mentre chi è preda di questa fantasia, potrebbe arrivare a provare un qualche genere di rancore verso il partner, e sentirsi poco compreso o considerato. Parlare e confrontarsi sempre: la “ricetta”, semplicemente, è questa. Se vuoi approfondire la parte mentale di questa pratica ti consigliamo di leggere il nostro articolo che si incentra sulla psicologia del cuckold.

Lascia un commento